Cerca nel blog

lunedì 30 aprile 2012

L'oggetto del desiderio

Cosa è questo strano arnese?
La forma è inconsueta e l'utilita' ancora sconosciuta.
Una piccola digressione è d'obbligo:nella mia vita ho portato i capelli mooolto lunghi piuttosto spesso.
Quei capelli spessi,pesanti e ingestibili che nessuna forcina riuscira' a trattenere su!
Che nessun mollettone o pinza,che dir si voglia,riuscira' ad imbrigliare!
I fermagli per capelli... erano il mio oggetto del desiderio.
Quindi se ve lo mostro cosi' è piu' chiaro?Direi di si.
Forme e colori sono in via di sperimentazione(misura 10cm).
L'idea di irrigidire la coppa,di doppiarla,per fare spessore e colore,e farne un contenitore da cui stanno scivolando via cosa...?(semi?gocce d'acqua?)...mi piace.
Ci si puo' lavorare.
P.S.
Abbiate pieta' delle mie foto sono terribili,ma studiero' e mi applichero'.Promesso.

sabato 28 aprile 2012

Lo strangolino

A vederlo cosi' sembra un bracciale.

In realta' è uno dei miei monili preferiti:è uno strangolino.
E' una di quelle collanine strette-strette,molto corte che ricordano un collare...
Ne ho portate di tutti i tipi ma le mie preferite sono in cuoio e con pochi fronzoli.
Questa è decisamente piu' femminile e fatta su misura.
Un intreccio di perline nere per i tratti laterali e cinque fiori in perle di ematite,cristalli swarovski e sfaccettate di Boemia (in tonalita' blu iris)per la decorazione centrale.
Le conterie sono multicolor metallizzate,come piacciono a me,e la chiusura è magnetica.
Qui la vedete indossata.

mercoledì 25 aprile 2012

La borsa di Elena

Questa è una borsina cucita quando faceva ancora freddo.
Un'amica me l'ha richiesta per il compleanno della sua nipotina.

La voleva personalizzata e adatta a portare quelle cose indispensabili ad una signorinella:un burro-cacao con specchietto,un pacchetto di caramelle,i fazzolettini profumati e...matite colorate e taccuino.Giusto il necessario!
E' venuta fuori una borsa piccola ma capiente.
Di lana cotta ,come è trendy!,con bottoni e cuciture rinforzate,perche' non si sa mai che cosa ci puo' servire,il nome della proprietaria,punzonato in bella vista con una bella lana sfumata,che fa da decorazione e un bel manico impugnabile sempre dello stesso materiale.

Era indispensabile una cotonina intonata per rifinire l'interno e un fiorellino omaggio...
Mi piace creare per i bambini,mi da soddisfazione!

lunedì 23 aprile 2012

Come le gazze!

Come le gazze sono attratta da tutto cio' che brilla,non è importante che sia prezioso!
Certi sassi o i vetrini in riva al mare sono cosi' belli e l'acqua li ha modellati in modi cosi' unici che me li ritrovo in tasca nella speranza di utilizzarli in qualche modo.
Maneggiare pietre e perle mi piace moltissimo e anche se non ho molta simpatia per i cristalli li ho rivalutati ultimamente,se abbinati ad altri materiali e con lavorazioni particolari.
Questa mattina ho fotografato,con risultati discutibili,due progettini che stanno per lasciare l'ovile.
La luce era pessima e la mia mano pesante ma accontentiamoci.
Sono due lavori piuttosto simili nella tecnica ma,cambiando materiali e lunghezze si ottengono risultati diversi.
Bracciali in flat spiral e orecchini...farina del mio sacco.
Nel primo caso si tratta di un bracciale in perle di ematite,cristalli Swarovski e perline giapponesi,con chiusura magnetica e di un paio di orecchini pendenti con gli stessi materiali e rifiniture d'argento.
Nel secondo caso ho creato un'accoppiata in perle di fiume e perle di turchese africano sfaccettato con una chiusura a gancio ed un solo orecchino molto lungo sempre rifinito in argento.
Mi è piaciuto farli e li trovo di facile abbinamento,soprattutto il secondo che con i suoi colori ricorda il mare e l'estate.
A presto.

venerdì 20 aprile 2012

Il folletto delle castagne

Mi è sempre piaciuto regalare cose fatte da me e l'ho fatto soprattutto quando volevo che fosse un pensiero speciale,un oggetto fatto su misura e pensato per quella persona.
Sono particolarmente affezionata a questa targhetta con folletto perche' mi è stata commissionata (da una splendida ragazza) dopo avere visto un regalo di compleanno fatto ad una amica comune.
E' per la stanza di un bambino,un folletto di bosco che ha raccolto una castagna.
Un supporto di legno,che ho dipinto in avorio non sapendo i colori della stanza,una cordina di lana cotta armonizzata alle ali e il mio folletto fatto di argille polimeriche(non specifico mai le marche perche' ne uso diverse a seconda dell'effetto che voglio ottenere:Fimo,Cernit,Sculpey).
Ora fa bella mostra di se guardando un bambino giocare:il massimo per me!


mercoledì 18 aprile 2012

Il mio primo post


 Mi piace immaginare un filo che collega tutto quello che amo fare.
Puo’ partire da una matassina di filo da ricamo e diventare il tratto del mio pennellino 00;puo’ essere il filo che incido col bulino sull’argilla o quello che ombreggio con la sgorbia,il filato di cotone che lavoro all’uncinetto o quello di lana impalpabile che arrotolo sui ferri circolari;oppure e’quello che esce dal rocchetto della mia macchina da cucire …
Ho imparato da bambina a lavorare all’uncinetto,negli anni settanta ancora capitava di avere nonne e zie che “crochettavano”,e poi man mano che crescevo sbirciavo mia madre che cuciva e lavorava a maglia e faceva tutto in maniera cosi’ perfetta!
Ho immagazzinato ,“rubando con gli occhi” ,tutto quello che ho potuto e poi sono andata avanti da sola seguendo le mie inclinazioni e le curiosita’ del momento.
Il web è stato ed è un alleato impagabile e mi ha arricchito leggere i blog di tante donne speciali,ognuna a modo suo.Cosi’ ho deciso di mettermi in gioco.
Non sara’ per niente facile,per una schiva come me,entrare in questo mondo e non sara’ neppure semplice utilizzare i linguaggi tecnici che sono dietro ad ogni post:è un’impresa,una sfida!
Cominciamo!